In offerta!
Baglioni

OGM: Ogni Giorno Mangiamo. Cibo 2.0

€15.00 €12.50

Federico Baglioni

Marco Furio Ferrario

Pagine: 224
Prezzo: € 15,00
ISBN: 978-88-6829-180-8

Di fronte a un piatto tipico della cucina italiana quattro amici si ritrovano a discutere di Ogm. Ne segue un dialogo dal sapore socratico: una riflessione che porta i protagonisti e il lettore a toccare questioni di ampio respiro, come il rap­porto tra divulgazione scientifica e mezzi d’in­formazione, o quello tra politica e ricerca.

C’è il cuoco, preoccupato della tutela dei pro­dotti tipici, la giornalista, sempre a caccia di notizie eclatanti, l’attivista politico, fremente di giocare il ruolo di contro-informatore e il ricercatore universitario, che prova a diradare i dubbi del gruppo. Si affrontano tutte le do­mande legate alla vicenda: i rischi per la salute e i timori per le degenerazioni ambientali, ma anche le questioni economiche ed etiche. Una cena per ogni aspetto rilevante, invitando − di volta in volta − un esperto ad affrontare i dubbi e per verificare le informazioni che circolano.

L’intento è di coinvolgere il lettore con una strut­tura narrativa e interattiva: i personaggi danno voce a posizioni diffuse nell’opinione pubblica, confrontate con concetti tratti da fonti autore­voli, alleggeriti nel lessico. Ci sono riferimenti per verificare i dati riportati e permettere – a chi volesse – di trasformare la lettura da intrat­tenimento a studio impegnato. Si strutturano così diversi livelli di apprendimento.

Ogni giornata del dialogo è stata impostata per essere letta in un’ora circa, oltre a essere asso­ciata a un piatto che viene cucinato e consu­mato dai protagonisti, i quali, a volte, partono dagli ingredienti stessi per discutere sui temi del giorno. Il lettore potrà così decidere se trar­re spunto dalla ricetta e dal dibattito per dar vita al suo personale simposio, servendo ai suoi commensali “ingredienti” tanto per il diletto del palato, quanto per quello della mente.

Federico Baglioni ha conseguito la laurea magistrale in Biotecnologie presso l’Università degli Studi di Milano e un Master in Giorna­lismo Scientifico presso l’Università Sapienza di Roma. Scrive su testate come OggiScienza, Wired e Today e ha fatto parte della redazio­ne di Rai Nautilus. Si occupa di divulgazione scientifica sul blog Ritagli di Scienza, nelle scuole, nelle Università, nei musei e tramite il movimento Italia Unita Per La Scienza di cui è fondatore. Autore del libro Topi dietro le sbar­re: cosa bisogna sapere sulla sperimentazione animale?, ha curato gli approfondimenti e la revisione dei testi.

Marco Furio Ferrario ha conseguito la lau­rea triennale in Filosofia della Scienza presso l’Università San Raffaele e la laurea magistrale in Scienze Cognitive presso l’Università degli Studi di Milano. Ha ideato il testo, condotto e scritto i dialoghi con gli esperti.

—-

[…] l’uomo non accetta l’esistenza del caso. […] anche se tut­ta la scienza moderna, dalla teoria dell’evoluzione alla fisica quantistica, ne attesta l’importanza e l’imprescindibilità. Il problema è che questa ostinata negazione conduce a compor­tamenti profondamente irrazionali, come quello di credere che sia meglio lasciare le mutazioni genetiche alla natura, affidan­dosi ancora una volta a un mito invece che alla scienza […].

EdoardoBoncinelli, genetista

[…] la verità può essere sacrificata in nome di principi po­litici? Saranno davvero buoni quei principi che per essere portati avanti hanno bisogno di distorcere i dati di fatto e di creare paure in chi ha meno strumenti di analisi?

PieroMorandini, biotecnologo

[…] Il valore dell’esportazione dei prodotti tipici deriva per l’80% da formaggi, prosciutti e salumi, […] che dipendono già dalle biotecnologie: la quasi totalità dei mangimi dei bovini e dei suini è a base di soia e mais GM importati dall’estero.

DarioFrisio, economista

[…] le preoccupazioni ambientali rimangono, ma in primo piano salgono non meglio definiti timori per i consumatori. Qualche sospetto è legittimo: coi soli rischi per la biodiversi­tà, 8 elettori su 10 sarebbero pressoché indifferenti, ma se in­vece si instilla nella mente l’equazione ogm=rischio per chi lo consuma, 9 su 10 saranno contrari. Se poi li convinciamo che il modo per allontanare l’Ogm dal piatto è quello di vietarne la coltivazione, tutti saranno favorevoli ai divieti. Anche se solo lo scienziato è in grado di comprendere appieno i pro e i contro, l’uomo comune è convinto di poter decidere […]

PaoloBorghi, giurista

Ci vuole dialogo tra saperi tradizionali e scienza ufficiale.

CarloPetrini, gastronomo e fondatore di SlowFood

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “OGM: Ogni Giorno Mangiamo. Cibo 2.0”